Milano, si continua a respirare poco. Non basta solo la pioggia. Il livello di PM10 resta vicino alla soglia massima. A Napoli domenica ecologica

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Le piogge degli utimi giorni fanno tornare a respirare le città italiane. Almeno per un po’. Ma l’attenzione resta comunque altissima. A Milano, nella giornata di giovedì, i livelli di PM10 sono stati comunque vicini alla soglia di guardia (50 mg/mc). Le centraline Arpa hanno rilevato valori pari a 48 mg/mc a Città Studi e in via Senato e 43 mg/mc al Verziere. Concentrazioni elevate ad Arese dove sono stati registrati valori pari a 78. Migliora, invece, la situazione nella zona ad alto rischio tra Cassino e Frosinone. Seppur alti i livelli di PM10 sembrano rientrare nei limiti. E da quelle parti è già qualcosa visti i livelli che si erano raggiunti nei giorni scorsi.

QUI NAPOLI – Domenica ecologica a Napoli con divieto di circolazione dalle 9.30 alle 13. I blocchi alla circolazione riguarderanno alcune aree della città, indicate sul sito istituzionale del Comune. Per l’occasione l’Assessorato all’Ambiente, in collaborazione con Anm, si è fatto promotore di un’iniziativa con il biglietto del servizio pubblico locale di Anm per l’intera domenica a 1 euro e valido per bus, tram, filobus, Linea 1 Metropolitana e Funicolari.

FERMI TUTTI – Terni avvia la zona zera in città. Lunedì e martedì, non sarà consentita la circolazione delle auto più inquinanti. Sempre da lunedì e fino al 31 marzo entreranno inoltre in vigore le norme per la limitazione del riscaldamento e per la riduzione della dispersione energetica. A Pescara, invece, il sindaco ha firmato l’ordinanza che introduce le targhe alterne dal 12 gennaio al 31 marzo e per due giorni a settimana. Martedì solo targhe pari, giovedì solo quelle dispari dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.