Sangue a Milano, ancora un femminicidio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Ha prima ammazzato la fidanzata, poi lo ha raccontato a telefono all’amico. L’uomo ha confessato l’omicidio di ieri sera prima di cena nel centro di Milano. L’omicida è stato trovato dalla Polizia intorno alle 21 di ieri in piazza Sant’Ambrogio. Dopo aver ucciso la donna aveva telefonato al padre e ad un amico, mettendoli a conoscenza dell’accaduto. Il quarantaduenne, di nome Gianluca, al culmine di una lite, innescata probabilmente da motivi di gelosia, ha avvolto attorno al collo della compagna un elastico da portapacchi stringendo con forza, fino ad ucciderla. L’uomo ha precedenti per lesioni e minacce.

Dalle prime voci raccolte già due mesi fa, secondo quanto riferito da un conoscente del palazzo di fronte a quello dove vivano, la donna era scappava insanguinata trovando rifugio nell’androne di un condominio e nell’abbraccio di alcuni vicini, rapidi nel chiamare i soccorsi. Insomma ci sarebbero stati già dei precedenti. Ma saranno le indagini a ricostruire tutta la vicenda.