Minacce a Saviano, assolti i boss di Gomorra

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Assolti i boss del clan dei Casalesi per le minacce a Roberto Saviano e Rosaria Capacchione. Condannato solo l’avvocato Michele Santonastaso. Nel processo erano imputati i boss dei Casalesi Antonio Iovine e Francesco Bidognetti e gli avvocati Michele Santonastaso e Carmine D’Aniello per presunte minacce ai giornalisti Roberto Saviano e Rosaria Capacchione.

Gli avvocati di Santonastaso avevano chiesto l’assoluzione dell’imputato “perché il fatto non sussiste”, mentre il pm ha ribadito le richieste di 1 anno e 6 mesi di reclusione. “I casalesi si dimostrano per l’ennesima volta dei guappi di cartone perché si sono nascosti dietro un avvocato”, questo il commento di Roberto Saviano che nonostante il riconoscimento di non colpevolezza dei boss ha comunque accolto positivamente la decisione di riconoscere l’esistenza di minacce aggravate dalla finalità mafiosa da parte di Santonasaso.