Minacce di morte via social alla Meloni

Un 27enne di Siracusa è stato denunciato dalla Polizia per aver rivolto alla Meloni e a sua figlia minacce di morte via social.

Minacce di morte sono giunte via social al presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e a sua figlia Ginevra. L’autore è stato già identificato dalla Polizia. Si tratta di un 27enne, disoccupato, residente in provincia di Siracusa, ora è indagato per violenza privata aggravata nei confronti del premier.

ASSEMBLEA CONFARTIGIANATO 2022

Un 27enne di Siracusa è stato denunciato dalla Polizia per aver rivolto alla Meloni e a sua figlia minacce di morte via social

Su disposizione della Procura aretusea, la Polizia ha eseguito una perquisizione nei suoi confronti. Gli operatori del Servizio Polizia postale di Roma avevano rilevato sull’account ufficiale Twitter di Giorgia Meloni la pubblicazione di messaggi di minacce di morte finalizzati ad evitare l’eliminazione del Reddito di cittadinanza. Nonostante l’utente utilizzasse uno pseudonimo, le attività tecnico investigative hanno permesso l’identificazione dell’indagato.

Sulla base delle evidenze investigative, l’Autorità giudiziaria ha disposto la perquisizione domiciliare e informatica nei confronti del 27enne. Gli operatori specializzati del Centro di Sicurezza Cibernetica Sicilia Orientale della Polizia Postale e della locale Digos hanno sequestrato apparecchiature informatiche e l’account social utilizzato dal giovane per minacciare il premier Giorgia Meloni.

“Se togli il reddito ammazzo te e tua figlia”. “Ci vuole la morte di lei e sua figlia”. “Veramente attenta, finiscila co’ sta cosa di togliere il reddito di cittadinanza senno’ ti ammazzo ma lo capisci?”. Sono alcuni dei messaggi, riportati dall’account Twitter di Fratelli d’Italia, rivolti nei confronti del presidente del Consiglio.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram