Le mine anti-uomo messe al bando. Vittoria di Emergency. Approvata definitivamente dalla Camera la legge contro il finanziamento delle imprese che producono munizioni e submunizioni cluster

mine antiuomo Strada
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Aula della Camera ha definitivamente approvato, all’unanimità con 383 voti favorevoli, la proposta di legge contro il finanziamento delle imprese che producono, commercializzano o detengono mine antiuomo, munizioni e submunizioni cluster.

Il divieto riguarda le società che realizzano tali attività in Italia o all’estero, direttamente o avvalendosi di società controllate o collegate secondo i criteri del codice civile. Soddisfazione da parte di Emergency, il cui fondatore di recente scomparso, Gino Strada (nella foto) è stato protagonista di una battaglia ventennale.

Un cammino, commenta la presidente Rossella Miccio, “iniziato in Italia con la legge per la loro messa al bando nel 1997, che fu ottenuta grazie a una importante campagna civile di cui Emergency fu promotrice”.