La Cassazione conferma condanna a Minzolini per peculato. Utilizzò impropriamente la carta di credito della Rai. Ora rischia di decadere da parlamentare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Cassazione conferma la condanna a due anni e mezzo per peculato continuato ad Augusto Minzolini, ex direttore del Tg1. Confermata anche quindi l’interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena, come stabilito dalla Corte d’Appello di Roma il 27 ottobre 2014. L’ex direttore quindi ha utilizzato in maniera impropria la carta che gli era stata fornita dall’azienda per le spese di rappresentanza, consegnando sì le ricevute ma senza giustificare il motivo delle spese per i pasti, per un importo di circa 65mila euro.