Misteri Bossetti. Sempre più grave la posizione del muratore accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio. Sui pantaloni della vittima tracce di tessuto del sedile del suo furgone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Yara Gambirasio salì sul furgone di Massimo Bossetti. Stando agli ultimi esami del Ris dei Carabinieri, sui pantaloni della vittima sarebbero state trovate tracce di tessuto del sedile del furgone Iveco Daily di Bossetti. Il muratore è in carcere dal 16 giugno scorso nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Yara Gambirasio.  Una posizione che si complica ulteriormente. Già alcune immagini avevano individuato il suo furgone nelle vicinanze della palestra frequentata dalla ragazzina la sera della scomparsa, il 26 novembre 2010. La piccola venne ritrovata ammazzata da tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola.