Molise esplosivo. La Regione cerca un addetto allo sminamento ed esperto di cariche dinamitarde

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Già da qualche tempo il clima politico in Molise si è fatto particolarmente scoppiettante. Sarà anche per questo che si è resa necessaria la ricerca di un addetto al disgelamento delle dinamiti. E non solo. La regione Molise, infatti, cerca un fochino che si deve occupare anche del confezionamento e innesco delle cariche e caricamento dei fori da mina, brillamento delle mine sia a fuoco che elettrico e dell’eliminazione delle cariche inesplose. Manco che la piccola regione guidata da Paolo di Laura Frattura fosse in guerra con il mondo intero. Ma a quanto pare si tratta di una figura assolutamente necessaria per la competitività della Regione. Come si legge nel bando il fochino è fondamentale “per le attività del Servizio Competitività dei sistemi produttivi, sviluppo delle attività industriali ed estrattive, politiche della concorrenza, internazionalizzazione delle imprese e marketing territoriale”. La determina del direttore generale è la numero 600 dello scorso 24 agosto: al fochino scelto verrà conferito un incarico Co.co.co. che durerà fino al 30 giugno 2017. Con un compenso totale di 10mila euro. Per un Molise più sicuro e competitivo.