Morra porta l’Antimafia in missione negli Usa. Parte da Washington la trasferta della Commissione parlamentare. A Quantico l’Fbi ricorda Falcone

dalla Redazione
Politica

Iniziata la missione negli Stati Unito della Commissione Antimafia, presieduta da Nicola Morra. Prima tappa, ieri mattina, l’incontro con il deputy administrator della Dea, Preston Grubbs, e l’assistant attorney general del Dipartimento di Giustizia, Brian A. Benczkowski. Poi, dopo la pausa pranzo, è stata la volta del meeting con il giudice, Samuel Alito, seguito da una scappatella alla Corte Suprema. Oggi, il calendario dei commissari Antimafia prevedeva, invece, una visita alla base di Quantico, sede dell’Accademia dell’Fbi, dove sarà peraltro reso omaggio al giudice Giovanni Falcone.

Domani l’Antimafia traslocherà a New York per incontrare con il procuratore per il Distretto Sud di Manhattan, Geoffrey S. Berman e, a seguire, l’assistant director dell’Fbi di New York, William F. Sweeney, e il procuratore di New York per il distretto est di Brooklyn e con il giudice del Tribunale, Nicholas G. Garaufis. Venerdì la missione proseguirà con l’incontro con l’assistant secretary general-direttore esecutivo del Counter Terrorism Committee Executive Directorate (Cted) Michele Coninsx. A seguire sono previsti incontri, rispettivamente, con la direttrice dell’Ufficio Unodc di New York, Simone Monasebian e con il vice direttore dell’United Nations Office of Counter Terrorism (Unoct) Raffi Gregorian. Ultima tappa il faccia a faccia con il rappresentante speciale dell’Interpol presso le Nazioni Unite, Emmanuel Roux.