Le feste in casa, l’appartamento trasformato in discoteca e il club privé abusivo: le 110 multe per 400 euro nel week end

festa multe covid 400 euro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Le forze dell’ordine hanno interrotto due feste in appartamento nel fine settimana appena trascorso dalla polizia a Firenze. Ieri sera poco dopo le 21 gli agenti, avvisati dai residenti che si lamentavano dei rumori, sono intervenuti in un appartamento di via dell’Orcagna, dove hanno trovato 67 persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni, che bevevano e ballavano.

Le feste in casa, l’appartamento trasformato in discoteca e il club privé abusivo: i 110 multati per 400 euro nel week end

Per tutte è scattata una multa da 400 euro per violazione della normativa anti Covid. Secondo quanto accertato, l’abitazione l’avevano presa in affitto per la festa e l’avevano trasformata in discoteca. Nella notte tra sabato e domenica le volanti erano intervenute in un’abitazione di via dell’Albero, dove hanno trovato otto giovani che festeggiavano un compleanno. Tutti, di età compresa tra i 17 e i 18 anni, sono stati sanzionati per non aver rispettato le regole contro il contagio.

Anche sette giovani di età compresa tra i 17 e i 36 anni hanno ricevuto una multa dai carabinieri a Cagliari. Ieri sera sono stati sorpresi all’interno dell’abitazione di una 26enne, in via Giudice Mariano, mentre festeggiavano una ricorrenza. A far scattare il blitz dei miliari sono state le segnalazioni dei vicini, infastiditi dal troppo baccano. Sempre ieri a Serramanna e Serrenti, nel sud Sardegna, sono state sanzionate altre 12 persone tra i 25 e i 60 anni per non aver indossato la mascherina ed essere usciti di casa di notte.

Una festa di compleanno dentro un appartamento è invece costata costata a quattro giovani di Bologna una sanzione per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. A chiamare i Carabinieri sono stati alcuni cittadini che hanno segnalato la festa organizzata in un’abitazione di Bologna, nei pressi della stazione ferroviaria. Altri sei ragazzi, quasi tutti minorenni, hanno ricevuto una multa al Parco della Montagnola, lo spazio verde luogo di ritrovo per chi abita nel centro del capoluogo emiliano.

Il club privato abusivo in zona rossa

Complessivamente, nella giornata di ieri, i carabinieri del comando provinciale di Bologna impegnati nei controlli sul territorio per verificare il rispetto delle disposizioni anti-Covid hanno sanzionato 32 persone. Multe elevate, nella maggioranza dei casi, per aver violato il divieto di assembramenti o il ‘coprifuoco’. A Sestu, nell’hinterland di Cagliari, un titolare del circolo privato ha ricevuto una multa e una denuncia per esercizio abusivo della professione. Multati anche i 30 clienti. Il blitz è scattato all’1,30. I carabinieri erano venuti a conoscenza della possibilità che il circolo privato fosse aperto. Ben sei pattuglie sono arrivate sul posto.

I militari dell’arma sono entrati nel club e hanno sorpreso i trenta clienti, di età compresa tra i 20 e i 40 anni. Che si divertivano tutti violando il coprifuoco delle 22 e le norme anti-covid. Nel circolo privato aperto abusivamente c’erano trenta persone che in barba alle norme entrate in vigore per frenare la diffusione del coronavirus, si divertivano, bevevano e chiacchieravano. Alcuni indossando la mascherina, ma altri senza.