Napoli, la realtà è peggio di Gomorra. La guerra tra clan si trasforma in raid. Sparatorie tra la gente e inseguimenti nel video choc dei carabinieri. Dodici gli arresti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Napoli come il set di Gomorra. Durante la guerra tra clan D’Amico e De Micco, nel rione Conocal del quartiere Ponticelli di Napoli, i gruppi camorristici contrapposti entravano in azione anche sparando all’impazzata tra la gente terrorizzata: le azioni sono state riprese in video dai Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco che questa mattina hanno eseguito una dozzina di arresti. I raid sono stati ripresi in video dove si vedono le incursioni intimidatorie, gli spari per le strade, la risposta al fuoco delle giovanissime vedette armate e la paura della gente. Le accuse nei confronti degli arrestati sono di tentato omicidio, sequestro di persona, porto e detenzione di armi da sparo, tutto aggravato dal metodo mafioso.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA