Natale di Roma, la Capitale riscopre le sue origini. Musei civici gratuiti, concerti e spettacoli. Ecco il programma dettagliato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il giorno del Natale di Roma, la festività laica che ricorre il 21 aprile di ogni anno, giorno in cui risale la fondazione della città. Secondo la leggenda Romolo fondò Roma il 21 aprile del 753 a.C. Quella odierna è la celebrazione numero 2.769. Sono tante le manifestazioni in programma e sono cominciate già da ieri per protrarsi fino al prossimo 6 maggio. Letture poetiche, concorsi di letteratura latina, concerti bandistici e non, installazioni d’arte, rievocazioni storiche, inaugurazione di spazi pubblici restaurati, musei gratis, visite guidate. E luce, molta luce su monumenti, musei, Fori. Questo e altro è il Natale di Roma 2016.  Il primo appuntamento di rilievo è stato mercoledì 20 aprile: la maratona di lettura dei sonetti di Belli, dalle 16 alle 19 nella sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini. Hanno recitato i versi belliani 40 lettori selezionati tra cittadini (romani e non), uomini e donne, professori, studenti, religiosi, laici e anche amministratori capitolini. A cura della Sovrintendenza Capitolina con l’Archivio Storico Capitolino e il Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli.

PROGRAMMA ODIERNO – Data canonica, il cuore delle celebrazioni in Campidoglio. Dalle 11 nell’Aula Giulio Cesare si susseguono i “grandi classici” del Natale di Roma: l’edizione annuale della Strenna dei Romanisti, i premi e i concorsi (Cultori di Roma, Certamen Capitolinum, Premio Urbis), la medaglia 2016 dedicata al gemellaggio Roma-Parigi. Poi, sulla piazza, il concerto della banda della Polizia Locale – che fa da contrappunto a una serie di concerti bandistici mattina e pomeriggio in centro, con le formazioni di Esercito, Guardia di Finanza, Aeronautica, Marina, Polizia, Polizia Penitenziaria e Carabinieri – Il 21 aprile i Musei Civici di Roma Capitale sono aperti gratis: liberamente visitabili le collezioni e le mostre in corso. A seguire, la riapertura di due spazi storici restaurati: alle 12.30 il Giardino degli Aranci all’Aventino, alle 15 il giardino di piazza Cairoli. E al tramonto, alle 19.58, l’accensione della nuova illuminazione Acea del Foro Romano, da contemplare nuovamente dalle pendici del Campidoglio. La giornata clou prosegue in serata alle 20.30 sulla banchina destra del Tevere, all’altezza di Ponte Sisto, con una performance musicale e di danza al cospetto di Triumph and laments, il fregio di 500 metri realizzato dal sudafricano William Kentridge pulendo selettivamente la patina biologica del travertino dei muraglioni (il progetto è dell’onlus Tevereterno). A conclusione, i Viaggi nell’antica Roma di Piero Angela ai Fori di Augusto, Cesare e Traiano, un’anteprima ad ingresso gratuito ad entrambi gli spettacoli fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria allo 060608 (è possibile prenotare al massimo 5 posti per ogni telefonata). Le repliche proseguiranno tutte le sere fino al 30 ottobre 2016. Qualche disagio potrebbe essere causato dallo sciopero dei trasporti pubblici che puntuale è arrivato in una giornata di festa.

QUI PUOI TROVARE IL PROGRAMMA DETTAGLIATO CON TUTTI GLI EVENTI