Nel Movimento c’è chi mette in riga Di Battista. Gallo: “Non abbiamo bisogno di parolai e di gente che demolisce”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Qualche consenso all’interno del Movimento 5 Stelle l’ennesimo intervento a gamba tesa di Alessandro Di Battista, con il suo del Pd non mi fido, lo ha raccolto. La maggioranza dei pentastellati più che all’ennesima polemica con quelli che sono ormai gli alleati di governo è però interessato alle riforme da fare. E Dibba, che parla nella comoda posizione di chi non ha alcuna responsabilità, è stato rimesso in riga. “Non abbiamo bisogno di parolai, di gente che demolisce e che più o meno inconsapevolmente si adopera per la vittoria del centrodestra in Italia. Qui non si tratta di avere fiducia nel Pd, noi abbiamo sempre e solo fiducia dei cittadini, ma siamo abbastanza maturi da affrontare le sfide complesse e di fronte alle quali non scappiamo perché sappiamo di essere all’altezza”, ha scritto in un lungo post su Facebook il presidente della commissione cultura della Camera, Luigi Gallo. Insomma meno parole e più fatti. Quelli attesi da tempo dagli italiani e promessi dal Movimento 5 Stelle.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA