Nessun allargamento della maggioranza. Bonafede: “Doveroso dialogare con le opposizioni ma senza confondere i ruoli”

dalla Redazione
Politica

“Nessun allargamento della maggioranza. Ma è doveroso in questo momento dialogare con le opposizioni. Sottoscrivo totalmente l’appello lanciato dal presidente Mattarella: collaboriamo, anche con posizioni critiche, ma senza sterili polemiche. L’Italia in questa fase ha bisogno del contributo di tutti”. E’ quanto ha detto al Corriere il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

“Non entro nel merito delle scelte del Parlamento – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo -, ma ribadisco: il confronto è sempre utile. Proposte migliorative sono ben accette, ma senza confondere i ruoli”. Con gli Stati Generali M5S “abbiamo tracciato la strada verso l’organo collegiale, in cui troveranno voce sensibilità diverse. I personalismi non fanno parte della storia del Movimento Cinque Stelle. Il nostro punto di forza dovrà continuare ad essere la capacità di lavorare nell’interesse del Paese senza divisioni”.

Dagli Stati generali “è emersa la volontà di costruire alleanze basate sui programmi e sui territori le forze politiche dell’attuale maggioranza si confronteranno per verificare questa possibilità. Sono convinto che, laddove ci sono le condizioni, l’esperienza di questo governo possa essere d’esempio anche a livello territoriale”. E su Di Battista: “Non commento le posizioni dei singoli. Ribadisco che per me Alessandro è un amico e una risorsa preziosa che può dare tanto al Movimento. Lo aspettiamo, in attesa di capire il contributo che vorrà dare”.