Nessuno più nei paRaggi. Pure il ragioniere generale del Campidoglio, Stefano Fermante, abbandona la sindaca a 5 Stelle

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un altro addio per Virginia Raggi. Secondo quanto scrive oggi Repubblica, il Campidoglio perde un altro pezzo. Il ragioniere generale Stefano Fermante ha rimesso il mandato nelle mani della sindaca. Allegando una relazione di 20 pagine che restituisce la foto di una città sull’orlo del default.

Dopo l’addio dell’assessore al Bilancio, la vana ricerca di un successore e il pasticcio sulle nomine, anche l’ultimo “guardiano” delle disastrate casse comunali lascia Roma. Una scelta, ha raccontato Fermante a Repubblica, meditata a lungo. Ma protocollata solo ieri.

In realtà l’addio di Fermante era in qualche modo atteso. Nei giorni scorsi c’erano infatti state indiscrezioni sulla scelta di Fermante, che stava attendendo solo la revoca da parte della prima cittadina dell’ex procuratore della Corte dei Conti Raffaele De Dominicis: incaricato alle finanze capitoline il 7 settembre, licenziato 24 ore dopo con un post su Facebook, ma mai ufficialmente ritirato. Detto fatto: ieri c’è stata la revoca e immediate le dimissioni di Fermante.

Si attende, ora, la nomina – promessa dalla Raggi “in settimana” – del nuovo assessore al Bilancio. Intanto oggi dovrebbe arrivare il no definitivo alle Olimpiadi, con la votazione della mozione M5S in Campidoglio.