Nessuno sconto per Kabobo. Confermata in appello la condanna a 20 anni. Il ghanese uccise a picconate tre persone nelle zona Niguarda a Milano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nessuno sconto. Confermata in appello la condanna ad Adam Kabobo. Il ghanese era finito sotto processo per aver ucciso l’11 maggio 2013 a colpi di piccone tre persone incontrate per caso lungo le vie del quartiere Niguarda, nella periferia Nord di Milano. Carcere per 20 anni.  Al termine della pena Kabobo dovrà scontare altri tre anni all’interno di una casa di cura e custodia. Queste le decisioni della Corte d’assise d’appello di Milano; accolte in toto le richieste presentate dal procuratore generale Carmen Manfredda durante la sua requisitoria. Anche in appello riconosciuto a Kabobo la semi infermità mentale. La difesa puntava a ottenere una nuova perizia psichiatrica sulla capacità di intendere e di volere di Kabobo al momento del triplice omicidio.