Niente Reddito di cittadinanza agli immigrati. Di Maio smentisce: “E’ solo per i cittadini italiani. Partirà tra febbraio e marzo insieme a pensione minima e quota 100”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Al mio rientro a Roma istituiremo il decreto anche per quota 100 e il Reddito di cittadinanza per gli italiani”. E’ quanto è tornato a ribadire, il vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, nel corso della sua visita ad Alleghe, in provincia di Belluno. Il leader del M5S, rispondendo ad una domanda di una giornalista che gli chiedeva se il Reddito di cittadinanza fosse destinato anche agli immigrati, ha risposto “lo smentisco” aggiungendo che “la legge, come abbiamo sempre detto, riguarda il Reddito di cittadinanza per coloro che sono cittadini italiani”. “La pensione minima a 780 euro come le pensioni di invalidità a 780 euro – ha detto ancora il vicepremier – partiranno tra febbraio e marzo e dopo questi giorni che trascorrerò qui, torneremo a Roma e faremo il decreto che istituirà anche quota 100 e il sistema del Reddito di cittadinanza per gli italiani”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA