No Vax anche in onde corte. Da settimane una radio pirata trasmette un messaggio registrato sulle frequenze dei radioamatori. Ma il Mise non interviene

Radio pirata No Vax
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Da settimane una voce registrata, che fa chiaro riferimento ai messaggi veicolati dai movimenti No Vax e No Green Pass, imperversa nell’etere. È possibile ascoltarla in onde corte, sulle frequenze radio riservate ai radioamatori – 7 mhz e 3 mhz – e al broadcasting in Am. Nei giorni scorsi ne aveva parlato anche il Tg2, con un servizio in cui veniva mostrata la frequenza (7,210 mhz) e fatto ascoltare il messaggio registrato.

Un messaggio simile, ma con voce femminile, è ricomparso nelle ultime ore, secondo quanto riferisce anche l’agenzia Ansa, su una frequenza diversa. Anche in questo caso si tratta di un audio registrato che sta circolando sulle bande dei radioamatori, sempre in onde corte e quindi ricevibile in tutta Italia.

“L’umanità sta permettendo l’instaurarsi di una dittatura, è ora di prendere coscienza, non è il momento di perdersi in inutili conversazioni” dice la voce femminile registrata nell’audio trasmesso da una località al momento ignota sulla frequenza 3,650 mhz, invitando a informarsi “in rete, cercando le autorevoli voci di verità” e non su giornali e tv, che trasmettono “falsità come propaganda”.

La sorveglianza dell’etere, soprattutto delle frequenze riservate ai radioamatori, ma anche ai servizi di radio diffusione e dello Stato, spetta agli ispettorati territoriali del ministero dello Sviluppo economico. Sono stati gli stessi radioamatori – autorizzati a trasmettere su una serie di frequenze e immediatamente identificabili attraverso un nominativo assegnato dal Mise – a invocare via social l’intervento del ministero e della Polizia Postale per fermare la diffusione dei messaggi No Vax. Ma al momento le trasmissioni della radio pirata non sono ancora cessate.

“E’ il momento che il ministro Giorgetti attivi gli ispettorati Mise, ai quali compete la sorveglianza sull’etere, per accertare autori e finanziatori di queste falsità” scrive Andrea Romano, deputato del Pd, presentando una interrogazione parlamentare al ministro Giancarlo Giorgetti. “Da settimane – prosegue Romano – un messaggio registrato anonimo e di chiara matrice No Vax e No Green Pass viene diffuso sulle frequenze radio riservate ai radioamatori (nello specifico sulla banda 7 mhz e sulla banda 3 mhz) e sul broadcasting in onde medie AM; tale messaggio è diffuso in doppia versione, una con voce maschile e una con voce femminile”.

“Numerosi radioamatori – aggiunge l’esponente dem – hanno sollecitato l’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico, senza che ad oggi risulti alcuna iniziativa d’indagine e informazione del Ministero su questo grave fenomeno. Per questo chiediamo al ministro Giorgetti di attivare gli ispettorati territoriali del Mise per acquisire informazioni autentiche e veritiere su tali messaggi, sugli strumenti utilizzati per la loro diffusione, sui loro autori e finanziatori”.