Nuova tragedia dei profughi in Sicilia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Circa 300 persone sono state recuperate da navi militari italiane in tre soccorsi effettuati nel mare Mediterraneo nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum. Uno dei migranti era già morto quando i militari lo hanno trasbordato. Il decesso sarebbe dovuto agli stenti patiti durante il viaggio. Tutti stanno per essere trasferiti nel porto di Pozzallo.

A Porto Empedocle è attesa la nave Libra con a bordo 468 migranti, tra i quali 104 donne e 25 minorenni soccorsi nel Canale di Sicilia.