Nuovi Casini sui campionati sportivi. Scudetto a tavolino ai primi in classifica. L’ex Dc e la Fedeli hanno altro che il Covid-19 a cui pensare. E propongono i titoli alla Juve e alla Virtus Bologna

Triplice fischio finale prima del tempo. Questa è l’idea, complice l’emergenza coronavirus, proposta da due senatori, Pier Ferdinando Casini e Valeria Fedeli, che porterebbe all’assegnazione del titolo a chi, nella rispettiva competizione, è oggi primo in classifica. Nel caso più conosciuto, cioè quello della Serie A, significherebbe assegnare l’ennesimo scudetto alla Juventus di Maurizio Sarri con buona pace delle speranze di Lazio e Inter. È questo il contenuto di un’interrogazione parlamentare depositata dai due senatori a Palazzo Madama e rivolta, ovviamente, al ministro per lo Sport, Vincenzo Spadafora che, a quanto pare, deve fare i conti non solo con le turbolenze interne al Coni e alle singole federazioni sportive, ma anche alle richieste curiose che arrivano dal Parlamento.

Nuovi Casini sui campionati sportivi. Scudetto a tavolino ai primi in classifica. L’ex Dc e la Fedeli hanno altro che il Covid-19 a cui pensare. E propongono i titoli alla Juve e alla Virtus Bologna

STRANA COINCIDENZA. Tutto nasce dal fatto, per come spiegato dagli stessi senatori interroganti nell’atto, “diverse Federazioni sportive hanno ritenuto di sospendere prima, e poi definire conclusi, i campionati delle relative discipline”. È il caso ad esempio del basket: in questo caso la Fip (Federazione Italiana Pallacanestro) ha deciso di sospendere i campionati e di ritirare lo scudetto. Nell’interrogazione, però, si sottolinea come “considerata l’esperienza analoga di altri Paesi (ad esempio del Belgio per quanto riguarda il campionato di calcio)”, sarebbe “opportuno proporre al Coni e alle Federazioni sportive di assegnare i titoli di vincitori delle competizioni in corso a quelle società che, nel momento attuale, si trovano ad essere in testa ai relativi campionati”.

Domanda: quale squadra è attualmente prima in classifica nella Serie A della pallacanestro? Il Virtus Bologna, di cui il bolognese Casini pare essere fan sfegatato. E resta proprio il dubbio se quest’atto non possa, qualora dovesse ottenere favori da parte di Spadafora e del Governo, in qualche modo rivedere la decisione della Fip e, appunto, assegnare il tanto ambito e agognato scudetto alla squadra bolognese, città natale di Casini. C’è poi, come detto, la Serie, senza ombra di dubbio il torneo sportivo più ambito e seguito. E qui sarebbe la Juventus a gongolare.

Per ora dichiarazioni ufficiali (o ufficiose) non ce ne sono, ma basta andare sui social per vedere come la proposta di Casini e della Fedeli sia stata diversamente commentata, con chi sottolinea che in effetti, vista la fase di stallo e l’emergenza che non si sa ancora per quanto tempo durerà, sarebbe meglio a questo punto premiare chi in più di metà campionato è riuscito a guadagnarsi il primo posto; ma c’è anche chi commenta che sarebbe un’ingiustizia per quelle squadre e quei giocatori che stanno inseguendo il sogno e, casomai, sono a soli pochi punti dal primo posto. Entrambe posizioni legittime. Se non fosse che, probabilmente, di sport in questo periodo si potrebbe anche semplicemente non parlare.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram