Nuovo altolà di Bruxelles. Questa volta tocca alla Tav. L’opera va completata nei tempi stabiliti altrimenti l’Italia rischia il taglio dei fondi. Chiamparino: “Il Governo dia il via libera alle gare”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“E’ importante che tutte le parti facciano sforzi per completare nei tempi. Come per tutti i progetti della Connecting Europe Facility se ci sono ritardi nella loro realizzazione questi possono vedere una riduzione dei fondi forniti”. E’ quanto ha detto, riferendosi alla linea Torino-Lione, il portavoce della Commissione Ue dopo l’ultimo incontro tra il ministro dei trasporti Danilo Toninelli e l’omologa francese. “E’ un progetto importante non solo per Francia e Italia ma per l’intera Ue”, per questo “speriamo che le parti siano in grado di eseguirla nei tempi previsti”. “E’ un’autorevole conferma della necessità che il Governo esca dall’ambiguità, autorizzando rapidamente Telt a bandire le gare che consentono di continuare nella realizzazione del tunnel di base. Basta allungare il brodo inutilmente”, ha commentato il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA