Il nuovo decreto Covid di Draghi: coprifuoco alle 23 da subito e via a giugno. Ristoranti al chiuso dal primo del mese

nuovo decreto mario draghi zona gialla calendario cronoprogramma 26 aprile maggio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Coprifuoco spostato alle ore 23 da subito. Poi dal 7 giugno via al coprifuoco a partire dalle 24. È questa, a quanto si apprende da fonti di governo, la proposta che il premier Mario Draghi ha posto sul tavolo della cabina di regia che si è appena conclusa. Dal 21 giugno, secondo la medesima proposta, ci sarebbe il superamento totale del coprifuoco. Il Consiglio dei Ministri è convocato per le 18,30. Varerà il nuovo decreto su coprifuoco e riaperture.

Il nuovo decreto di Draghi: il coprifuoco alle 23 da giugno

Le riaperture riguarderanno anche altri settori. I matrimoni potranno ripartire dal 15 giugno, ma con il “green pass”, e cioè certificazione di vaccinazione o tampone, per i partecipanti. Dal primo giugno i ristoranti e i bar potranno aprire a pranzo e a cena anche al chiuso. Gli esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, nel primo weekend successivo al decreto legge Covid. Si va anche, secondo quanto si apprende da fonti di governo, verso una deroga ad hoc sul coprifuoco per la finale di Coppa Italia Atalanta-Juventus, prevista mercoledì 19 maggio alle 21:00.

La proposta della cabina di regia, tenutasi a palazzo Chigi prima del Cdm, è quella di riaprire a partire dal 1 luglio le piscine al chiuso e i centri benessere. Nello specifico: coprifuoco in zona gialla dalle 23 a partire da subito (entrata in vigore del dl); dalle 24 a partire dal 7 giugno. Superamento totale del coprifuoco dal 21 giugno. In più, dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca, in queste regioni non ci sarà  il coprifuoco. Gli impianti di risalita in montagna al via dal 22 maggio. Dal primo luglio riprenderanno in presenza i corsi di formazione, pubblici e privati.

Decreto Draghi 17 maggio: ristoranti al chiuso dal primo del mese

Dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria avranno questi parametri. Nelle regioni in zona bianca varranno solo le regole di comportamento, tra cui l’obbligo della mascherina e di rispettare il distanziamento. Per quanto riguarda la zona gialla si prevedono riaperture e graduale abolizione del coprifuoco. In zona gialla il coprifuoco ci sarà dalle ore 23.00 a partire da subito, dalle ore 24.00 a partire dal 7 giugno. Il superamento totale del coprifuoco ci sarà dal 21 giugno. Anche le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò riapriranno dal 1 luglio.

Restano invece sospese al momento le attività in sale da ballo e le discoteche all’aperto o al chiuso. Sarà il Cts a dare indicazione sul numero massimo di partecipanti ai matrimoni, modulando le indicazioni a seconda che le feste si svolgano al chiuso o all’aperto. Le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi riapriranno dall’1 luglio.  “Abbiamo deciso di riaprire gradualmente per monitorare gli effetti delle riaperture sui contagi”, ha detto Draghi durante la Cabina di Regia.

Infine, mercoledì 19 maggio a Reggio Emilia si svolgerà la finale di Coppa Italia. L’Emilia Romagna e’ in zona gialla, ma il decreto legge conterrà una deroga sul coprifuoco alle 23 per il pubblico che assisterà a Juventus-Atalanta.

Leggi anche: Quando verrà eliminato il coprifuoco: le due ipotesi sul tavolo di Draghi