Nuovo Dpcm, Boccia: “Non c’è nessuno scaricabarile sui sindaci. La norma è stata è stata smussata. Ma se c’è un quartiere da chiudere sono loro a decidere”

dalla Redazione
Politica

“Non c’è nessuno scaricabarile sui sindaci”. E’ quanto ha detto a Rainews 24 il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, a proposito dell’articolo del nuovo Dpcm che prevede la possibilità da parte dei sindaci di chiudere vie e piazze in caso di assembramento. “La norma che richiamava direttamente i sindaci – ha spiegato l’esponente dell’Esecutivo – è stata smussata. Detto questo, se c’è un quartiere da chiudere lo decidono i sindaci. Per la verità non c’era nemmeno bisogno di una norma specifica perché è già così. Lo Stato è al fianco dei sindaci 24 ore su 24. Se serve un ulteriore intervento lo Stato c’è. Io vorrei – ha spiegato ancora Boccia – che tornassimo alla collaborazione massima che ha caratterizzato il lavoro che abbiamo fatto in questi giorni. I sindaci tra l’altro hanno dato un contributo importante con la richiesta degli orari scaglionati delle scuole e li hanno ottenuti”.