Nuovo mercato del lavoro. Fonarcom spinge i fondi interprofessionali. Cafà: “Il welfare secondario sarà centrale nel futuro”

Cifa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I fondi interprofessionali costituiti dalle associazioni di imprese e dai sindacati spingono per entrare nel censimento delle associazioni che con Regioni e Anpal gestiscono i cambiamenti del mercato del lavoro. A chiederlo, rivendicando di aver dato prova di una buona gestione delle risorse destinate alla formazione professionale, è stato Andrea Cafà (nella foto), presidente di Fonarcom e di Cifa Italia, nel corso del digital debate “I nuovi modelli organizzativi nella transizione digitale”, organizzato da Fonarcom in collaborazione con Consenso Europa.

“Il welfare secondario – ha detto Cafà – sarà centrale nel futuro mercato del lavoro”. Ai lavori ha preso parte pure Angelo Raffaele Margiotta, segretario generale Confsal, Cesare Damiano, direttore scientifico dell’Osservatorio del lavoro Cifa-Confsal, il presidente della Commissione lavoro della Camera, Romina Mura, il sottosegretario al Lavoro, Tiziana Nisini, il presidente di IGF Italia e deputato, Mattia Fantinati, il direttore generale di Confimi Industria, Fabio Ramaioli.