Il nuovo stadio della Roma si farà. Il cantiere può aprire entro l’anno. La Raggi presenta lo studio sui flussi di traffico. A breve il Consiglio straordinario

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Oggi siamo qui per illustrare il parere del Politecnico di Torino: lo stadio si fa e i proponenti se vogliono potranno aprire i cantieri entro l’anno”. E’ quanto ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, presentando lo studio del Politecnico di Torino sui flussi di traffico attorno al progetto dello stadio dell’As Roma a Tor di Valle.

“Ho richiesto questo parere e non ero obbligata. La stessa Procura – ha aggiunto la sindaca – ha detto che non c’erano problemi sul progetto, ma ho voluto verificare che tutti gli ok non fossero solo formali. Questo parere esterno lo conferma, è un altro via libera. Il parere sarà pubblicato oggi integralmente”,

Sui flussi di traffico nell’area di Tor di Valle dove dovrà sorgere il nuovo stadio della Roma il “problema c’è, Roma ne è consapevole”, ha spiegato Bruno Dalla Chiara del gruppo di lavoro per il Politecnico di Torino , ma “c’è anche la soluzione nel Pums (il piano urbano della mobilità sostenibile di Roma, ndr) che è in fase di avanzata elaborazione”.

Dalla Chiara ha indicato le soluzioni nell'”offerta plurimodale ferroviaria, pedonale ciclabile e di sharing mobility. Nella misura in cui queste azioni verranno attuate prima della messa in esercizio dello stadio”.

“Ho già scritto al presidente dell’assemblea capitolina De Vito – ha detto ancora la sindaca Raggi – e ci sarà un consiglio straordinario sullo stadio della Roma e sul parere del Politecnico”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA