O si fa il referendum o si muore. Ma gli ultimi sondaggi preoccupano Renzi: sale la soglia di chi è contrario alla riforma costituzionale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La fiducia nel premier, Matteo Renzi, è restata stabile nell’ultima settimana. Fissa al 28% secondo il sondaggio realizzato dall’Istituto Ixé per Agorà (Raitre). Il presidente del Consiglio rimane al secondo posto tra i leader politici in compagnia di Luigi Di Maio. Primo sempre Segio Mattarella col 55% della fiducia degli italiani.

Il dato che però preoccupa, e non poco, il presidente del Consiglio è quello relativo al referendum di ottobre. Anche se manca tanto tempo.  I 72% degli italiani dichiara che si recherà alle urne per il referendum costituzionale (la settimana scorsa era il 74%). E di questo campione di intervistati il 46% oggi voterebbe sì e il 54% no. I favorevoli alla riforma sono scesi in una settimana del 2%. C’è però da sottolineare anche un altro dato:  oltre la metà del campione sondato (54%) è convinto che la nostra Costituzione andrebbe cambiata contro il 45% dei contrari. In occasione del referendum, infine, una netta maggioranza (il 67%) ha detto no a prese di posizione della magistratura.