Obama pronto all’attacco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Tutto pronto per l’assalto. Barack Obama incontra oggi i generali americani per pianificare l’attacco ai jihadisti dello Stato islamico in Iraq e Siria. Il presidente degli Stati Uniti incontrerà il generale Lloyd Austin, capo del Comando Centrale Usa nel suo quartier generale in Florida, per valutare come l’esercito stia mettendo in atto la strategia annunciata la scorse settimana. I caccia americani, intanto, hanno già cominciato le incursioni vicino Baghdad.

Tutti d’accordo sulla strategia militare statunitense. Un po’ inaspettatamente, infatti, è arrivato anche l’avallo repubbilcano per bocca diretta del leader della Camera dei Rappresentanti e del Senato, John Boehner, il quale ha parlato di scelta opportuna: “Non c’è motivo – ha detto – di non fare quel che il presidente ci chiede”.

Attesa, ora, per il discorso pubblico che Obama terrà nella base militare dove incontrerà anche alcuni dei rappresentanti delle nazioni che fanno parte del teatro delle operazioni del Comando Centrale (Asia meridionale e centrale, Medio Oriente). E non finisce qui: per la lotta al jihadismo, il presidente la prossima settimana avrà un’intensa tornata di colloqui a New York a margine dell’Assemblea Generale dell’Onu.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA