Olimpiadi invernali a un passo: Milano-Cortina sfida Stoccolma. Presente a Losanna anche il premier Conte. Oggi pomeriggio il verdetto finale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi è il grande giorno di Milano-Cortina che sfida Stoccolma-Aare nella candidatura per ospitare i Giochi olimpici e Paralimpici invernali del 2026. Oggi sapremo quale delle due proposte avrà la meglio. A Losanna, cuore del mondo olimpico, 82 membri del Comitato Olimpico Internazionale tra le ore 16 e le ore 16,30 voteranno la proposta italiana o quella svedese. Il quorum per la vittoria resta a 42. Possibile che si arrivi ad un pareggio, 41 a 41, in questo caso sarà necessario una seconda tornata di votazioni. Se la Nazione delle Tre Nazioni schiera la principessa ereditiera di Vittoria e il primo ministro Stefan Loefven, l’Italia oggi porta a Losanna il premier Giuseppe Conte., che fa seguito al messaggio già inviato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Già da alcuni giorni presenti nella città sulle rive del lago Lemano, il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti e i governatori di Lombardia, Attilio Fontana e Veneto, Luca Zaia.

Conte arriverà alle ore 12 allo SwissTech di Losanna, la sede dove oggi si svolgerà la lunga giornata del voto, alle 12,40 parteciperà al pranzo organizzato dal CIO e dalle 13,50 parteciperà alle presentazioni ufficiali finali prima di Stoccolma-Aare e poi di Milano-Cortina. Conte farà un suo intervento nel corso della Sessione del CIO, la 134esima, che deciderà i Giochi del 2026. La cerimonia dell’annuncio da parte del presidente del CIO Thomas Bach della città vincitrice è previsto alle ore 18.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA