Oltre 322mila i vaccinati. L’Italia è il primo Paese Ue per dosi somministrate in rapporto alla popolazione. Speranza: “Sarà fondamentale il ruolo di medici e pediatri”

Vaccini Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sale a 322.943 il numero delle dosi di vaccini anti-Covid somministrate in Italia (qui il report), che continua a essere il secondo Paese Ue, dopo la Germania, per numero di somministrazioni. “Un importante risultato giornaliero – hanno riferito ieri sera fonti di Palazzo Chigi -, dopo i 73 mila vaccini di ieri (martedì, ndr) che rappresenta il miglior dato tra i Paesi Ue. Il nostro Paese si conferma al secondo posto in Europa, secondo solo alla Germania, che però superiamo nelle dosi somministrate in rapporto alla popolazione. Il trend sta crescendo progressivamente in tutte le Regioni, da Nord a Sud. Dati che danno fiducia anche in vista delle prossime settimane, quando la macchina organizzativa sarà a pieno regime e con l’arrivo dei nuovi vaccini”. “I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, come tutto il personale sanitario, hanno la priorità nelle vaccinazioni. E, come già previsto dal piano strategico, avranno un ruolo fondamentale in fasi diverse della campagna di somministrazione del vaccino anti Covid-19” scrive il una nota il ministro della Salute, Roberto Speranza.