Oltre settemila medici hanno risposto all’appello del Governo. In 300 raggiungeranno le aree più colpite dal Coronavirus

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Grazie a tutti i medici che hanno aderito all’operazione a supporto delle strutture sanitarie regionali. E’ terminata alle 20 di oggi, sabato 21 marzo, la possibilità di presentare la propria candidatura per entrare a far parte della task force di 300 medici che opereranno a supporto delle strutture sanitarie regionali, impegnate nell’emergenza Covid-19”. E’ quanto riferisce il Dipartimento di Protezione civile in merito all’appello lanciato dal Governo per costituire una task force di medici da destinare alle zone più colpite dal Coronavirus. “L’operazione ‘medici per la Protezione civile’ – aggiungono dallo stesso Dipartimento – era stata lanciata ieri dal ministro per gli Affari Regionali e Autonomie Francesco Boccia durante la conferenza stampa nella sede del Dipartimento della Protezione Civile. Nelle 24 ore in cui è stato possibile compilare il form online dedicato, il Dipartimento ha raccolto oltre 7900 candidature che saranno valutate nelle prossime ore. Ringraziamo tutti i medici che, su base volontaria, hanno aderito all’iniziativa”​.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA