Open Arms, nuova grana per Salvini. Il tribunale dei ministri di Palermo lo accusa di sequestro di persona. Ad agosto l’ex ministro bloccò la nave della Ong

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Mi è arrivata un’altra richiesta di processo perché ad agosto ho bloccato lo sbarco di clandestini dalla nave di una Ong spagnola. Ormai le provano tutte per fermare me e impaurire voi: vi prometto che non mollo e non mollerò, mai!”. E’ quanto ha detto ieri il leader della Lega, Matteo Salvini. Il caso è quello della Open Arms e la richiesta di autorizzazione a procedere contro Salvini è stata mossa dalla Tribunale dei ministri di Palermo. “Pensano di farmi paura? No, perché ritengo di fare, bene o male il mio lavoro, il mio dovere, di aver difeso confini, interesse sicurezza e onore del nostro paese” ha aggiunto Salvini. “Ormai è come la collezione delle figurine Panini – ha detto ancora l’ex ministro dell’Interno -,  c’è chi colleziona calciatori, chi richieste di processi. Se mai a processo ci dovranno andare coloro che avranno svenduto il nostro paese, aziende, risparmi e futuro degli italiani. Verrà il giorno in cui dovranno rispondere di quel che non hanno fatto i politici prima e dopo di me”.