Oscurata per qualche ora la pagina Facebook del movimento delle Sardine. “Si vede che un mare silenzioso fa molto più rumore di quanto si possa pensare”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La pagina 6000 SARDINE è stata oscurata pochi minuti fa senza giusta causa (24 novembre, ore 21). In mancanza di post offensivi, violenti o lesivi dei diritti della persona, è stata comunque bersaglio di un gran numero di segnalazioni”. E’ quanto ha fatto sapere, nella serata di ieri, il movimento delle Sardine, in merito all’oscuramento delle sue pagine Facebook. “Questo ha automaticamente generato l’oscuramento della pagina. Siamo fiduciosi – aggiungono – che possa tornare on-line nelle prossime ore, ma non abbiamo certezza dei tempi. Si vede che un mare silenzioso fa molto più rumore di quanto si possa pensare. #6000sardine”. La pagina, compresa quella di appoggio “6000 Sardine 2”, è stata ripristinata la scorsa notte. Dopo la notizia della sospensione sono stati tanti i messaggi di solidarietà arrivati agli ideatori bolognesi dell’iniziativa. “In democrazia, quando qualcuno ti contesta lo smentisci, se hai gli argomenti per farlo – ha detto il Governatore Stefano Bonaccini – se invece lo segnali per oscurarlo significa che sei al capolinea. Solidarietà alle 6000Sardine che tra poche ore torneranno. Non si ferma il vento con le mani. E l’Emilia Romagna #nonsilega”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA