Pane dolce pane. Nasce la pensione per il pane, che si prende cura del lievito quando siete fuori casa

dalla Redazione
Società

Il pane fatto in casa è diventato negli ultimi anni molto popolare in Svezia, così come in molti altri Paesi, al punto che sono nate delle apposite pensioni che si prendono cura della vostra “pasta madre” quando siete via.

Un’idea bizzarra secondo tanti, ma non è così. Usare pasta madre, anziché lieviti artificiali o lievito di birra, è infatti uno dei metodi più efficaci per ottenere un pane di alta qualità. Sfortunatamente, però, questa richiede molte attenzioni e cure nella conservazione perché mantenga le sue proprietà: ecco dunque che poter affidare la vostra pasta madre a qualcuno mentre voi siete via diventa decisamente utile.

L’idea di creare la “pensione per il pane” è venuta  inizialmente ad una gastronomia di Stoccolma, Urban Deli, che ha lanciato un servizio per ospitare le paste madri dei clienti, a fronte di una tariffa di 200 corone (circa 18 euro) a settimana, per chi non poteva (o voleva) prendersene cura

All’inizio, il servizio aveva attirato solo pochi clienti, ma quando la gastronomia ha iniziato una collaborazione con una studentessa universitaria che per una ricerca stava creando una sorta di “archivio” di paste madri diverse (alcune attive da oltre 130 anni, dato che con adeguata cura queste possono durare per tempi indefiniti), la cosa ha iniziato a attirare l’attenzione di molti.

Chissà, forse un giorno la folle idea che tanto folle non è, arriverà anche in Italia, dove il pane casereccio è un fiore all’occhiello.