Papa Francesco bacchetta pure la Fao: “La lotta al cibo non è solo aggiornare i dati, ma occorre garantire l’accesso al cibo”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Bergoglio non fa sconti. A pochi giorni dall’uscita della sua Enciclica verde lancia una dura frecciata alla Fao. “L’accesso al cibo è un diritto per tutti e chiunque, in futuro, dovrebbe poter avere a disposizione l’acqua”, ha detto Bergoglio ai delegati della Fao in udienza al Vaticano. Il Papa ha chiesto loro di “non tralasciare l’obbligo di debellare la fame e prevenire la malnutrizione in tutto il mondo. Non è solo necessario “aggiornare i dati”.

Un durissimo intervento che ha tirato in ballo anche le multinazionali. Ma Papa Francesco dinanzi alle proiezioni della Fao che prevedono entro il 2050, con 9 miliardi di abitanti sul pianeta, la produzione deve aumentare e addirittura raddoppiare ha invitato a non lasciarsi impressionare e anzi “modifichiamo il nostro rapporto con le risorse naturali, l’uso dei terreni, i consumi, eliminiamo lo sperpero: così sconfiggeremo la fame”.