Parco Verde degli orrori. Dopo la morte di Antonio e Fortuna, a Caivano nuovo caso di pedofilia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Parco Verde di Caivano finisce di nuovo sotto i riflettori dei magistrati per un caso di pedofilia. Dopo la morte di Antonio Giglio (3 anni) e Fortuna Loffredo (6 anni), è stata aperta un’inchiesta per un presunto caso di pedofilia su una bambina di 4 anni.

A presentare la denuncia è stata la madre della piccola, che ha accusato un zio e i nonni. La donna ha notato comportamenti strani e dei racconti da parte della figlia. Quindi si è presentata in Procura per fornire i dettagli raccolti. Se il caso fosse confermato, si trattarebbre del terzo episodio di pedofilia nello stesso quartiere di Caivano.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA