Paura a Oslo, uccise due persone in una discoteca lgbtq+. Subito sospesa la manifestazione dell’Oslo pride

Paura a Oslo, uccise due persone in una discoteca lgbtq+. Subito sospesa la manifestazione dell'Oslo pride

Paura a Oslo dove due persone sono state uccise e numerose sono state ferite, dopo una sparatoria avvenuta in una discoteca. Gli spari sono avvenuti in tre diversi locali della zona in cui avrebbe dovuto svolgersi il Pride della capitale norvegese, ma è all’interno di un club frequentato da omosessuali, particolarmente affollato in questi giorni, che è avvenuto il peggio.

Paura a Oslo, uccise due persone in una discoteca lgbtq+. Subito sospesa la manifestazione dell’Oslo pride

L’autore della tentata strage è un 42enne cittadino norvegese di origini iraniane. L’uomo è stato fermato dalla polizia con l’accusa di omicidio, tentato omicidio e atti terroristici. Per le autorità non ci sono dubbi sul fatto che si è trattato di un atto di terrorismo.

La sparatoria è avvenuta intorno all’una di notte in tre luoghi vicini, il club gay London Pub, il jazz club Herr Nilsen e un punto vendita di cibo da asporto.

Paura a Oslo, sospeso il pride che si sarebbe dovuto celebrare oggi

Secondo il bilancio fatto dalla polizia sono 14 i feriti, molti dei quali in modo serio. Due le armi da fuoco che sono state sequestrate all’autore della sparatoria, individuato poco dopo la strage. Per motivi precauzionali e con il timore di ulteriori attacchi, l’Oslo Pride, in programma oggi pomeriggio, è stato sospeso dalle autorità.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram