Pieni poteri. Ma solo per salvare la Serenissima. De Micheli: Passata la fase dell’emergenza si dovrà affrontare il caso Venezia nella sua complessità

dalla Redazione
Politica

Il Governo giallorosso sta cercando di correre ai ripari per salvare Venezia. Ieri il ministro delle infrastrutture Paola De Micheli (nella foto) ha dichiarato che sono stati dati poteri commissariali al sindaco della città lagunare per utilizzare risorse, “che sono già state stanziate”, al fine di “poter ripristinare una situazione il più possibile vicino alla normalità”, precisando anche che “laddove fossero necessari ulteriori esborsi il Governo è pronto”. La titolare del Mit ha quindi aggiunto che, passata la fase dell’emergenza, si dovrà affrontare il caso Venezia nella sua complessità. Un intervento necessario, per cui è già stato convocato per il 26 novembre il Comitatone. E per il Mose? De Micheli spera che l’opera possa essere ultimata con tempi dimezzati rispetto a quelli previsti.