Pietro Maso torna in libertà dopo 22 anni. Nel 1991 aveva ucciso i suoi genitori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Pietro Maso, che all’età di 20 anni, nel 1991 uccise i genitori in provincia di Verona, uscirà dal carcere il prossimo 15 aprile dopo aver scontato 22 anni di reclusione.
Condannato in Cassazione nel 1994, sta finendo di scontare la sua pena in regime di in semilibertà, accordato dal tribunale di sorveglianza dal 2008, un anno dopo che il giudice bocciò la sua richiesta di uscire dal carcere commutando la pena in detenzione domiciliare. Per il momento continuerà a lavorare di giorno e far ritorno la sera in carcere fino alla fine della pena.
Oggi quarantenne, Maso ha rinunciato, senza spiegarne il motivo, alla richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali che inizialmente lui stesso aveva presentato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA