Più vaccini a Berlino. La Merkel scavalca la Commissione Ue e sigla un accordo con Pfizer-Biontech

von der Leyen Merkel
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il governo di Berlino avrà subito 30 milioni di dosi del vaccino anti-Covid grazie a un accordo bilaterale con la tedesca Biontech. Si tratta di un contratto stabilito al di fuori degli accordi siglati dalla Commissione europea che attraverso un team di negoziatori aveva concluso, mesi fa, alcuni accordi preliminari con vari produttori (300 milioni di dosi da Pfizer Biontech) per distribuire nei 27 Paesi il siero in base al numero di abitanti. Con la sua mossa fuori dal piano di approvvigionamento comune, la Germania diventa lo Stato con più dosi da utilizzare subito. L’accordo però non è frutto di casualità. Lo stesso governo di Angela Merkel ha finanziato con centinaia di milioni la Biontech, sostenendone la ricerca, e adesso se ne sta avvantaggiando per far partire la campagna vaccinale.