Pizzarotti si riavvicina al Movimento Cinque Stelle. Il partito dei sindaci darà una mano. A Conte un appello di 200 amministratori locali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nella missione giallorossa dem e pentastellati non saranno soli. Il progetto alla base del nuovo Governo continua a raccogliere consensi e sembra riavvicinare al Movimento 5 Stelle anche militanti della prima ora come il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti (nella foto), che con Italia in Comune appare pronto a dare una mano a Giuseppe Conte. Ieri il partito ha consegnato al premier un appello in dieci punti, firmato da oltre 200 amministratori locali. Proposte simili a quelle alla base dell’intesa tra Pd e M5S, dal taglio del cuneo fiscale a una rinnovata centralità della scuola, fino all’abolizione dei due decreti Sicurezza. “I sindaci hanno ben chiara la visione del futuro del Paese reale. Siamo una importante risorsa per tutta la Nazione”, ha affermato il coordinatore Alessio Pascucci.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA