Poletti può sorridere: il Dl lavoro è legge

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’aula della Camera ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto sul lavoro con 279 sì e 143 no. Il provvedimento ha ottenuto 279 sì e 143 no.

Il presidente della Commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano, commenta con soddisfazione il via libera definitivo di Montecitorio. “Il decreto legge Lavoro mantiene inalterata nella sua formulazione finale la sostanza delle correzioni apportate in prima lettura alla Camera – spiega l’esponente dem ed ex ministro del Lavoro -. Questo per il Pd è un elemento di grande soddisfazione perché, nonostante i proclami del Nuovo Centrodestra, non si è tornati al testo originale”.

Il testo modifica profondamente l’attuale normativa sull’apprendistato e i contratti a termine. Le disposizioni si applicano ai rapporti di lavoro costituiti successivamente alla data di entrata in vigore del decreto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA