Possibile via libera alla riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri dal 18 maggio. Boccia: “Auspichiamo che ci sia una differenziazione territoriale”

dalla Redazione
Politica

“Io spero che con la differenziazione territoriale possano riaprire ovunque e poi sarà responsabilità delle singole Regioni avere il quadro dei dati a cui facevo riferimento prima. Se i contagi andranno giù potranno riaprire anche altre cose. Se i contagi saliranno su dovranno restringere. E sarà più facile per tutti responsabilità e doveri”. E’ quanto ha detto ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ad Agorà rispondendo alla domanda se dal 18 maggio sarà possibile riaprire parrucchieri, bar e ristoranti in alcune regioni. Il ministro ha confermato che entro questa settimana saranno pronte le linee guida per le attività che mettono in sicurezza i vari comparti in vista delle riaperture differenziate. “Noi – ha detto ancora Boccia – auspichiamo che ci sia una differenziazione territoriale. L’unica cosa che posso dire è che quando partirà questa differenziazione territoriale lo Stato indicherà delle linee guida molto chiare da rispettare”.