Poste sbarca in Cina. Gestirà la logistica verso i clienti italiani e si sta preparando a lavorare sui vaccini

MATTEO DEL FANTE
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Poste Italiane sbarca in Cina con due aggregatori creati in joint venture con gruppi della logistica che gestiranno gli ordini fatti dai clienti italiani nel Paese. Lo ha annunciato l’amministratore delegato della società, Matteo Del Fante (nella foto). Il manager ha tracciato un bilancio di questo 2020, un anno difficile per tutte le aziende alle prese con la crisi economica innescata dalla pandemia di Covid-19. “Non solo siamo rimasti in piedi, dando continuità al nostro servizio, ma siamo andati anche oltre i servizi ordinari, a differenza di molti altri concorrenti all’estero”. Passi avanti sono stati fatti anche sulla logistica, spinta anche dal boom dell’e-commerce registrato durante l’emergenza. Giornalmente Poste gestisce circa 1,5 milioni di pacchi e si sta preparando a lavorare sui vaccini.