Predicano bene e razzolano male. La Taverna ridicolizza Forza Italia sulla fiducia al ministro Bonafede

dalla Redazione
Politica

Predicare bene e razzolare male. Questo in sostanza il pensiero del vice presidente M5s del Senato, Paola Taverna (nella foto) che su Facebook, con un breve e deciso post, ha messo a nudo tutte incongruenze di Forza Italia sul tema della giustizia. “Quando sfiduci un Ministro della Giustizia e chiedono l’arresto di due suoi parlamentari!” scrive divertita la grillina aggiungendo che questo è un chiaro esempio di “eterogenesi dei fini” ossia il concetto, formulato dal filosofo Wilhelm Wundt, che descrive una serie di “conseguenze non intenzionali di azioni intenzionali”. Il post al vetriolo della grillina arriva a seguito della richiesta degli arresti domiciliari per corruzione nei confronti dei parlamentari forzisti Luigi Cesaro e Antonio Pentangelo.