Presta padrone dei programmi Rai. Torna pure Benigni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

Tutto come da copione. Confermate le anticipazioni sui palinsesti Rai che appaiono sostanzialmente divisi così: “dominus” assoluto della rete ammiraglia l’agente Lucio Presta a cui ė delegato l’intrattenimento e che piazza la moglie Paola Perego con Franco Di Mare a La vita in diretta e in prime time con Super brain oltre alla protetta Mara Venier che torna a gestire la seconda parte di Domenica in dopo l’Arena di Massimo Giletti. Fabio Fazio resta favorito per Sanremo. Per la parte intellettuale, invece, l’operazione restyling di Rai 3 prevede l’esordio in video in una trasmissione quotidiana (quella che in passato era affidata a Corrado Augias) di Concita De Gregorio, l’ex direttore dalla gestione fallimentare dell’Unità da sempre desiderosa di “bucare” il piccolo schermo. Con lei, debutta anche Antonio Polito, editorialista del Corriere della Sera mentre ritorna Mi manda Rai 3 condotto ogni mattina da Elsa Di Gati. Escono vincitrici assolute le “fidanzate” come Ingrid Muccitelli che conquista Linea verde con Patrizio Roversi mentre l’apprezzata Lorella Landi, stimata da Renato Schifani (anche in vigilanza Rai) raddoppia: ha un settimanale Le amiche del sabato e uno spazio quotidiano su Unomattina per il segmento rosa. Guglielmo Rositani, il consigliere anziano che non è riuscito a salvare Miss Italia, porta a casa un risultato importante: difende Eleonora Daniele, che sarà sentita dai magistrati nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte pressioni di Gianni Alemanno sui dirigenti Rai per farla lavorare. La Daniele sarà alla guida di Storie vere, tutte le mattina su Raiuno. Fortissime anche le ragazze stimate da Antonio Marano come Elisa Isoardi che guiderà ancora Unomattina, Chiara Giallonardo (Linea verde orizzonti) e Roberta Morise che con l’esordiente Veronica Gatto condurrà Easy driver. Ok anche per Endemol che conferma un quotidiano su Rai 1 Verdetto finale con Veronica Maya e uno sul 2 con Detto, fatto di Caterina Balivo. Confermato in blocco anche il sistema di Michele Guardì, il Divieto di sosta di Chiara Lico su Rai 2 al 3% di share e il programma di economia di Annalisa Bruchi anch’esso al 3% di media. Affari tuoi passa a Flavio Insinna e Presta porta in dote a Rai 1 un altro Roberto Benigni (non gratis, s’intende) per il periodo natalizio, malgrado il flop del TuttoDante sul 2. Antonella Clerici cucinerà ancora a La Prova del cuoco mentre Quelli che il calcio passano da Victoria Cabello a Nicola Savino, maraniano di ferro. Confermatissimo (ma non sappiamo se parlerà di politica o di costume) Gianluigi Paragone su Rai 2. Di sicuro il bravissimo Paragone, campione di ascolti nella seconda serata della rete due, non sarà il protagonista della prossima stagione della politica in tv che sarà strategicamente affidata al berlusconiano Nicola Porro, già vice direttore de il Giornale con la trasmissione Il virus delle idee. E poco importa se lo share non sarà alto, per Gubitosi gli ascolti non sono tutto, l’importante è avere un identità chic. Ma la Rai pubblicità sarà d’accordo?