Quasi 60 milioni di persone in fuga dal proprio Paese. Il numero dei rifugiati tocca picchi mai visti prima d’ora

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I numeri parlano da soli. Sono state già 185mila le richieste di asilo nel primo trimestre 2015 in Ue. I dati forniti da Eurostat fanno segnare un +86% sullo stesso periodo del 2014. Il primato spetta ai kosovari, quasi 50 mila (26%), in testa a siriani (16%) e afghani (7%). Il maggior numero di domande in Germania (73.100, 40%), Ungheria (32.800, 18%), Italia (15.200, 8%) e Francia (14.800, 8%).

I RIFUGIATI
Il rapporto dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) sul numero di rifugiati, richiedenti asilo e sfollati interni fuggiti da guerre, conflitti e persecuzioni parla di 59,5 milioni alla fine del 2014. E circa la metà sono bambini. Solo un anno primo si attestava sui 51,2 milioni. Dieci anni fa invece era sui 37,5 milioni. La media giornaliera è di 42.500 persone.