Quell’amore nato durante l’incubo jihadista. Rossella Urru sposa il suo compagno di cella Enric Gonyalons: sono stati prigionieri per 270 giorni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Hanno vissuto insieme un incubo durato 270 giorni. Da quando vennero rapiti nella missione umanitaria nel campo profughi Sharawi per la quale entrambi lavoravano, era il 22 ottobre del 2011, fino alla liberazione il 18 luglio successivo. Quell’esperienza traumatica è stata però foriera di un amore, che verrà coronato sabato prossimo in una chiesa di Samugheo, in provincia di Oristano. Rossella Urru, 33 anni, la cooperante italiana al centro di questa terribile avventura, sposerà infatti Enric Gonyalons, il collega spagnolo suo coetaneo, dipendente di una diversa Ong ma impegnato sullo stesso fronte dell’ italiana nella zona di Hassi Raduni, nel deserto algerino sud-occidentale.