Quirinale, a vuoto la prima votazione. Renzi ribadisce: Mattarella unico nome. Ira Cav: accordi non rispettati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’indicazione data dal Partito democratico è quella di Sergio Mattarella come dodicesimo presidente della Repubblica. Per la risposta però occorrerà aspettare sabato. O al meglio domani. Non ci sono i numeri almeno fino a sabato quando la soglia si abbasserà a 505. Forza italia non lo voterà nemmeno sabato, ma per spuntarla a Mattarella basterebbero i voti di altre piccole forze politiche. Ora il Pd vota scheda bianca. Da sabato voterà Mattarella e sul nome dovrebbero coinvolgere tante altre forze politiche. In stan-by ancora la posizione di Angelino Alfano che ancora non scioglie il dubbio. Ma gli effetti potrebbero aversi sulle Riforme e sul patto del Nazareno. A votare Mattarella dovrebbe esserci anche Sel con Nichi Vendola (oggi hanno votato Luciana Castellina) che ha ricordato come l’ex ministro Dc, che contro il decreto Berlusconi si dimise dal governo. La Lega e la destra di Fratelli d’Italia votano Vittorio Feltri, Sel indica di bandiera Luciana Castellina, i Cinque Stelle scrivono il nome di Ferdinando Imposimato vincitore delle quirinarie 2015,  gli ex M5S Stefano Rodotà.

Ecco i voti:
Ferdinando Imposimato 120
Vittorio Feltri 49
Luciana Castellina 37
Emma Bonino 25
Stefano Rodotà 23
Albertini 14
Claudio Sabelli Fioretti 11
Romano Prodi 9
Morelli 9
Caleo 8
Schede bianche 538
Schede Nulle 33