Quirinale, Gabanelli rifiuta: Continuo a fare la giornalista

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Io sono una giornalista, e solo attraverso il mio lavoro – che amo profondamente – provo a cambiare le cose, ad agire in prima persona”. Lo scrive Milena Gabanelli in una lettera pubblicata sul sito al Corriere della Sera spiegando di aver intenzione di continuare a fare la giornalista e di rifiutare, quindi, la candidatura per il Quirinale. La giornalista di ‘Report’ spiega di aver avuto chiaro da subito di non avere le competenze per aspirare al Quirinale, “ma ho comunque ritenuto che la questione meritasse qualche ora di riflessione. E non è stata una riflessione serena”. “Quello che mi ha messo più in difficoltà in questa scelta – precisa la Gabanelli – è stato il timore di sembrare una che volta le spalle, che spinge gli altri a cambiare le cose ma che poi quando tocca a lei se ne lava le mani. Il mio mestiere è quello di presentare i fatti, far riflettere i cittadini e spronarli anche ad agire in prima persona. Ma quell’agire in prima persona è tanto più efficace quanto più si realizza attraverso le cose che ognuno di noi sa fare al meglio”. La Gabanelli spiega anche che la sua difficoltà nel prendere questa decisione è stata data dal fatto che non si era mai trovata in una situazione “dove sottrarsi è un tradimento e dichiararsi disponibile un segno di vanità. Forse non si sta parlando di me, ma dell’urgenza di dare un volto a un’aspettativa troppo a lungo tradita”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA