Rana piace più di Banderas. Gli imprenditori i testimonial più graditi negli spot. Chi mette la faccia sul prodotto convince i consumatori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vuoi convincere qualcuno ad acquistare un tuo prodotto? Allora mettici la faccia! Il 70% dei professionisti che operano nel settore della pubblicità e della comunicazione sono convinti che questa scelta aiuti a veicolare il messaggio che diventa così più diretto e convincente. In pratica non c’è miglior testimonial del proprietario del brand. E come si fa a sostenere il contrario. Solo chi suda e fa sacrifici si innamora della propria creatura al punto di condividere con gli altri il successo. Quindi fanno bene gli imprenditori a scendere in campo anche negli spot piuttosto che affidarsi agli attori o agli sportivi. Per esempio che c’azzecca Kevin Costner con il tonno? Oppure Antonio Banderas con i biscotti?

I MIGLIORI
Secondo gli esperti sono gli imprenditori i testimonial ideali per raggiungere lo scopo della campagna. Precedono nell’ordine i personaggi della Tv, gli sportivi e i partecipanti ai talent. A seguire cantanti, attori e modelle. Un’indagine di marketing promossa da Found! assegna a Giovanni Rana la maglia rosa del testimonial più rassicurante per il pubblico. Del resto chi meglio di lui saprebbe presentare le sfoglie che danno vita a piatti inconfondibili della tradizione italiana. Ai posti d’onore troviamo altri due imprenditori che firmano l’azienda che rappresentano: Francesco Amadori e Manuela Polli. Pasta all’uovo, pollami e sottaceti: il pranzo è servito. Tra i primi posti della graduatoria anche Ennio Doris, con il suo cerchio magico, che ora ha chiamato in causa pure il figlio per lo spot di Mediolanum. E Roberto Carlino con la sua Immobildream. Morale della favola: l’uomo d’azienda trasferisce in maniera più diretta i valori del prodotto, trasmettendo una maggiore fiducia al consumatore perché si mette in gioco in prima persona.